Aggiornato al

Informazione su carta cala in Occidente, sale in Oriente. Asig: allarme tracollo In Italia


(ANSA) - TORINO, 19 GIU - “Tra i primi dieci giornali al mondo per vendite quattro sono giapponesi, due cinesi e due indiani, mentre soltanto due sono europei, i tabloid Sun e Bild”. Lo ha sottolineato Sergio Vitelli, segretario dell’Asig, l’Associazione Stampatori Italiana Giornali, nell’intervento alla Conferenza internazionale per l’industria dell’editoria e della stampa quotidiana, promossa con Wan-Ifra, l’Associazione Mondiale degli Editori e della Stampa quotidiana e Fieg (Federazione Italiana Editori Giornali). “L’informazione su carta è in declino in Occidente - ha osservato - ma non in Oriente. In Cina, India e Giappone è ancora in auge. La differenza è dovuta al fatto che in quei Paesi il giornale è uno strumento di cultura, in Italia viene utilizzato solo per avere notizie, quindi superato da tutti gli altri canali d’informazione”. Vitelli ha ricordato che in Italia si vendevano 8 milioni di copie nel 1982, mentre la stima é di scendere a 2 milioni e quindi “il rischio di un tracollo del sistema c’é”: il giornale sopravviverà solo se si avrà “coraggio, ottimismo, creatività e flessibilità”, ma i giornalisti che finora in Italia sono stati “l’unica classe intoccabile” saranno molti meno di oggi. (ANSA).
       
    Il sito Archivio notizie

logo nuova informazione


Copyright © 2022 - NuovaInformazione.it - Tutti i diritti riservati. | Credits