Aggiornato al

"In galera", ma stavolta a Roma


Dopo Milano, successo anche a Roma di IN GALERA! Lo spettacolo è andato in scena questa volta nello storico Ambra Jovinelli, teatro purtroppo sommerso da una vicenda fallimentare, ma ancora in attività, al centro di un quartiere piuttosto inquietante a ridosso della Stazione Termini. Più personalità (Antonio Di Pietro, il senatore Casson, Donatella Ferrante, responsabili delle commissioni giustizia del Pd rispettivamente al Senato e alla Camera, altri deputati e senatori di opposizione, il presidente dell'Associazione Nazionale Magistrati). Se possibile ancora più rodato il format sul palco, stavolta,  martedì 23 giugno, con Gianni Barbacetto che ormai conduce con consumata maestria l'originalissimo talk show, i colleghi che illustrano le intercettazioni, gli intercettati/interpretati dagli attori, gli aggraziati intermezzi dell'arpa di Floraleda Sacchi. Non c'era un mattatore celebre alla Paolo Rossi - quando In Galera! andò in scena a Milano -, ma sono stati bravissimi tutti, con un Ricucci più Ricucci di Ricucci... Scenografia e regia di Silvano Piccardi. [caption id="attachment_510" align="aligncenter" width="510" caption="L'attore Paolo Rossi, mattatore dello spettacolo-denuncia "In galera" svoltosi in marzo alla Camera del lavoro di Milano su iniziativa di Nuova Informazione e Impegno sindacale."]L[/caption] Interventi assai motivati di Guido Columba (UNCI) e Roberto Natale (FNSI). Assenti Presidente e Segretario dell'Ordine, cosa che ci ha sorpreso dato che (e li ringraziamo ancora per questo) hanno dato l'ok al finanziamento della manifestazione...e questa volta il teatro costava caro! Dell'esecutivo nazionale di via Parigi c'era il collega Nicola Marini. Forte la presenza di giornalisti e TV che seguivano l'evento, compresa Linea Notte (Tg3) e la Radio Vaticana (!), la TV Pandora di Giulietto Chiesa che ha registrato l'intero evento. 300-350 persone il pubblico (non solo giornalisti e diversi giovani), ovvero circa la metà che a Milano dove i promotori erano "solo" Nuova Informazione e Impegno Sindacale, il che non mi soddisfa perché con un cartello simile di organizzatori e di presenze eccellenti poteva, forse doveva andare meglio. [caption id="attachment_507" align="alignnone" width="510" caption="Un momento dello spettacolo-denuncia "In galera" svoltosi in marzo alla Camera del lavoro di Milano."]Un momento dello spettacolo-denuncia "In galera" svoltosi in marzo alla Camera del lavoro di Milano.[/caption] Ma sono numeri che sono piaciuti molto ai romani... e in fondo noi giocavamo fuori casa, la piazza la conoscono loro. Tuttavia qualche riflessione sulla capacità di mobilitazione della categoria bisognerà farla. Per dirla con Roberto Natale, che era molto contento, potevamo essere di più ma potevamo essere di meno. Verissimo, se si considera che gli ok definitivi su finanziamento, data precisa e altri dettagli fondamentali li abbiamo avuti soltanto sei giorni fa. Quindi la comunicazione vera ha viaggiato 6 giorni in tutto... Tutto ciò non per dire che siamo stati bravi, il che corrisponde al vero se riferito ovviamente a tutti quanti, ma per dire che molto si può fare credendoci assai e sfacchinando tanto, di conseguenza. Senza fatica, senza impegno, non c'è risultato, ma la fatica e l'impegno possono pagare. Columba e Natale hanno detto cose importanti. Ci si prepara a ulteriori iniziative di lotta che saranno comunicate, si affineranno modalità di obiezione di coscienza rispetto alla legge, se passerà. Ma non è ancora passata e ancora molto si può fare per ostacolarla, per far capire alla gente di che si tratta. Un abbraccio e grazie, vi abbiamo sentito con noi. Saverio Paffumi anche a nome di Gegia Celotti
       
    Il sito Archivio notizie

logo nuova informazione


Copyright © 2022 - NuovaInformazione.it - Tutti i diritti riservati. | Credits