Aggiornato al

Il Senato approva l’Equo compenso per il lavoro giornalistico autonomo. Ora il testo torna alla Camera


Primo significativo riconoscimento per il lavoro autonomo. Il Senato ha approvato infatti oggi la proposta di legge sull’equo compenso per il lavoro autonomo giornalistico. “In un quadro grave e pesante per il mondo del giornalismo finalmente dalle istituzioni giunge una buona notizia – commenta una nota della Fnsi - Il testo, emendato, ora deve tornare alla Camera. Il nostro auspicio è che il percorso della legge si concluda rapidamente e bene. E’ importante e di grandissimo valore che dal Parlamento sia venuto un segnale di riconoscimento della necessità di difendere la dignità dei giornalisti lavoratori autonomi, spesso calpestata anche attraverso la pratica di trattamenti economici vergognosi”. In merito all'approvazione della legge sull'equo compenso al Senato le deputate Emilia De Biasi (Pd) e Gabriella Carlucci (Udc) componenti della Commissione Cultura (presso la quale è stato valutato il testo prima di approdare al Senato) hanno emesso un comunicato congiunto: "Ci siamo battute in Commissione Cultura e in Parlamento perché si approvasse con rapidità l’equo compenso per i giornalisti. Siamo soddisfatte perché è una misura che combatte il precariato e riconosce la professionalità di tanti lavoratori e lavoratrici del settore. Quando si parla di informazione si parla  di democrazia, ma anche di riconoscimento di un lavoro, quello del giornalista, la cui valorizzazione è garanzia di libertà", hanno commentato le deputate De Biasi e Carlucci.
       
    Il sito Archivio notizie

logo nuova informazione


Copyright © 2022 - NuovaInformazione.it - Tutti i diritti riservati. | Credits