Aggiornato al

Occupazione e diffamazione: il Cdr del Gruppo Espresso propone il ‘Free media day’


(ANSA) - ROMA, 17 NOV - “Visto il continuo ricorso alle dichiarazioni di stati di crisi, avanzato da molti gruppi editoriali, anche abusando a volte delle disposizioni contenute nei decreti Sacconi, proponiamo una giornata di mobilitazione nazionale di tutti i giornalisti italiani a tutela dei posti di lavoro”. E’ quanto afferma in una nota il Coordinamento dei Cdr del Gruppo Espresso, Repubblica, Finegil, Elemedia. “Il Coordinamento - si legge ancora nel comunicato - suggerisce di chiamare la giornata ‘Free Media Day - Contro i tagli e le manette all’informazione. Non è solamente la previsione del carcere per i giornalisti, contenuta nel Ddl sulla diffamazione, a costituire una grave e inaccettabile minaccia per la libertà di stampa, ma anche, di fatto, la continua riduzione degli organici nella gran parte delle testate italiane e lo sfruttamento di collaboratori sottopagati e costretti a lavorare in una condizione di precariato permanente che rappresenta una vera e propria gabbia esistenziale senza prospettive. Il Coordinamento affida quindi alla FNSI la scelta delle modalità di attuazione della giornata di mobilitazione, con la contestuale convocazione di assemblee in tutte le redazioni e tutte le iniziative che possano darne la massima visibilità”.(ANSA).
       
    Il sito Archivio notizie

logo nuova informazione


Copyright © 2022 - NuovaInformazione.it - Tutti i diritti riservati. | Credits